A DIROTTO

prendi una
città piovosa come
questa
aggiungi il sangue che ti esce dalle
orecchie
(perché non sai usare i
bastoncini)
e la mia rabbia
che si trasforma in
sangue (quello che ti esce dalle
orecchie)
e deciditi
a fiatare

una domanda mi
percorre a dirotto:
a cosa ti serve quella
bocca
che non usi per
parlare

(poi mi ricordo
di cosa mi sono
infatuata)

 
(Elena Zuccaccia)

A DIROTTO